L'infiorata in CTA. "La tempesta perfetta" - CTA FAUNI
16175
post-template-default,single,single-post,postid-16175,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

L’infiorata in CTA. “La tempesta perfetta”

Nel periodo di Giugno di ogni anno il territorio di Castelbuono organizza un evento unico e maestoso, al quale la comunità Castelbuonese è molto legata: “l’Infiorata”.

Si tratta di una manifestazione a cui partecipano numerosi gruppi e associazioni del territorio, aderendo allo sviluppo di un “bozzetto” che, partendo da un tema comune,  viene realizzato  grazie all’utilizzo di fiori variopinti e materiale naturale.

Da oltre un decennio la nostra Comunità è parte attiva di tale evento tramite la partecipazione puntuale di utenti ed operatori che si mettono in gioco costruendo, passo dopo passo, il colorato bozzetto che diventa parte integrante del maestoso tappeto di fiori lungo la centrale Via Sant’Anna.

Quest’anno le problematiche legate alla diffusione del COVID-19 non hanno tuttavia permesso la realizzazione di questo importante evento, che oggi più di prima, caratterizza la cultura e la tradizione di Castelbuono.

La CTA Fauni  ha voluto ugualmente coinvolgere i propri utenti nella realizzazione di una Infiorata, questa volta però, realizzata, all’interno della stessa Comunità, lungo la via che porta alla riabilitazione, quale simbolo di vita e  di speranza.

È stato realizzato un disegno raffigurante un doppio paesaggio, nella parte destra un cielo grigio e tempestoso, dove nuvole temporalesche e il flusso caotico di una cascata che scende giù da una montagna, confondono e offuscano la serenità del luogo; nella parte sinistra, troviamo invece un paesaggio dai contorni nitidi e dai colori vivaci, dove l’azzurro del cielo, la trasparenza delle acque e la luminosità del sole, rendono vivide le caratteristiche di tutti gli elementi del paesaggio. Allora si distinguono i colori dei fiori, la presenza di un cigno e di un piccolo pesciolino rosso, che posto al centro tra le due parti del disegno è ritratto mentre effettua un salto, lasciandosi alle spalle il vissuto della tempesta e le acque mosse, per ritrovare la serenità e la gioia di vivere nelle acque limpide e calme  di un paesaggio rassicurante e avvolgente.

La scelta artistica di questa doppia raffigurazione è stata dettata dallo stato d’animo che gli utenti hanno vissuto durante il lockdown. Proprio come dentro una “tempesta perfetta” si è assistito al passaggio chiaro ed evidente da una situazione di sgomento, confusione e grigiore conseguente alla quarantena, vissuta come un brutto temporale che trascorso, lascia il posto ad un clima di serenità e calma interiore, finalmente raggiunto quando è stato possibile aprire di nuovo le porte della comunità e poter guardare con positività al percorso riabilitativo e ai propri vissuti dentro e fuori le mura della CTA.