Matti per la raccolta differenziata - CTA FAUNI
15294
post-template-default,single,single-post,postid-15294,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Matti per la raccolta differenziata

“Matti per la raccolta differenziata” progetto, nato oltre dieci anni fa, mira all’integrazione socio-lavorativa di soggetti svantaggiati del territorio, al recupero delle loro abilità lavorative e all’acquisizione del concetto legato alla difesa e al rispetto dell’ambiente. tramite l’attività di raccolta differenziata porta a porta presso il territorio di Castelbuono.

Partners di avvio del progetto sono stati: Comune di Castelbuono; Ecologia Ambiente Spa – ATO PAS – Termini Imerese; Dipartimento di Salute Mentale ASP di Palermo; Associazione di Promozione Sociale “A.MA.L.TE.A.” “ONLUS” Castelbuono; Comunità Terapeutica Assistita Fauni – Castelbuono.

Dal Gennaio 2017,  a seguito della costituzione della Società Castelbuono e Ambiente Srl, controllata dal Comune di Castelbuono, i partners del progetto sono: Comune di Castelbuono; Castelbuono e Ambiente Srl; Associazione di Promozione Sociale “A.MA.L.TE.A.” “ONLUS” Castelbuono; Comunità Terapeutica Assistita Fauni – Castelbuono.

Gli obiettivi:

  • offrire ai soggetti svantaggiati l’opportunità di un temporaneo inserimento lavorativo, finalizzato principalmente a verificare le effettive capacità di reintegrazione nel contesto sociale, attraverso l’acquisizione di competenze lavorative;
  • incrementare i livelli di efficacia e autonomia personale;
  • recuperare attraverso il lavoro e i rapporti sociali capacità e potenzialità assopite e/o neutralizzate;
  • promuovere la cultura della difesa e del rispetto dell’ambiente.

Il progetto  favorisce  il raggiungimento di adeguati livelli di autonomia personale, sociale e lavorativa dei soggetti svantaggiati, ed in particolare per coloro i quali sono affetti da disagio psichico; inoltre, consente di osservare il soggetto all’interno di un contesto di vita avulso dalla comunità terapeutica e l’allargamento della sua rete sociale sul territorio di riferimento. Al contempo i partecipanti al progetto, tramite l’attività di riciclo dei rifiuti, aiutano a diffondere nel territorio  la cultura della sensibilità ambientale rivalutando il concetto di “rifiuto” considerandolo cosi una “risorsa” fondamentale per l’ambiente.

Il presente progetto ha ottenuto ottimi risultati, infatti oltre che aumentare la percentuale di rifiuti riciclati ha favorito una migliore selezione degli stessi e ha garantito l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati del territorio di Castelbuono.